Vittoria del team JUGGLER dell’I. I. S. “G. B. Vaccarini” di Catania al Campionato Internazionale ZeroRobotics 2015/2016.

DSCN0443
La premiazione della squadra

Per il terzo anno consecutivo il team di studenti JUGGLER dell’I.I.S. “G. B. Vaccarini” dell’Istituto Tecnico Tecnologico, per l’indirizzo “Informatica e Telecomunicazioni”, ha partecipato lunedì 25 gennaio 2016 alla finale della competizione internazionale ZeroRobotics in Belgio, all’Euro Space Center, nei pressi di Redu (Bruxelles), ottenendo in quest’occasione il primo posto.
La competizione ha previsto la programmazione di satelliti robot che si trovano sulla Stazione Spaziale Internazionale (I.S.S.). A questa competizione hanno partecipato squadre provenienti dagli Stati Uniti, dall’Europa, dalla Russia, dall’Australia. Gli studenti delle squadre finaliste hanno assistito in diretta alle operazioni svolte dagli astronauti a bordo della I.S.S. dalle seguenti sedi: Massachusetts Institute of Technology di Cambridge in Massachusetts; Euro Space Center in Belgio; Centro Seymour presso l’Università di Sydney in Australia; Roscosmos in Russia.
Il giorno della finale la nebbia e il cielo grigio hanno lasciato il posto a un caldo sole e ad un cielo azzurro. Alla fine quel cielo ha colorato di sorrisi e di abbracci l’attesa e la speranza di cinque studenti del Vaccarini, ( Flavio Maccarrone, Alessandro Linguanti, Giovanni Di Mauro, Giovanni Aricò, Andrea Toscano ) compagni di viaggio per lungo tempo, del Prof. Salvatore Arcidiacono che li ha seguiti con cura in tanti mesi di attività preparatoria dal mese di giugno 2015 in poi, del Prof. Manlio Giustiniani che li ha accompagnati nell’avventura finale: passo dopo passo è così arrivata una vittoria meritata dal lungo volo che ha riportato le competenze tecniche maturate dai giovani studenti della scuola catanese in una dimensione a carattere internazionale.

Euro Space Center in Belgio
Euro Space Center in Belgio

Ciò rappresenta motivo di vero orgoglio per tutta la nostra scuola, nella varietà dei suoi corsi e indirizzi di studio proposti e riconferma in modo evidente la vera vocazione scientifico-tecnologica dell’istituto.
L’ avvio del Campionato Italiano ZeroRobotics 2015, aperto a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado del territorio nazionale, alla luce dei nuovi e continui sviluppi in campo tecnologico e nel campo della robotica, e in attuazione del Protocollo d’Intesa sulla Robotica e Meccatronica, il Politecnico di Torino, l’Università di Padova, l’Istituto Italiano di Tecnologia, l’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte, la Rete Robotica a Scuola e l’Agenzia Spaziale Italiana, in collaborazione con il Massachusetts Institute of Technology (MIT), la NASA e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA), è avvenuto con nota MIUR del 14-09-2015 per l’anno scolastico 2015/2016. Le competizioni hanno interessato la realizzazione di codici di programma per il controllo di satelliti in miniatura. Questi piccoli satelliti, chiamati SPHERES (Synchronised Position Hold, Engage, Reorient, Experimental Satellites), sono già utilizzati dalla NASA all’interno della Stazione Spaziale per collaudare cicli di istruzioni, per eseguire rendezvous autonomi ed operazioni di attracco.
Tre satelliti SPHERES in volo libero lavorano insieme all’interno della Stazione Spaziale, ciascuno con la propria energia, propulsori, computer e sistemi di navigazione. I risultati ottenuti con i citati SPHERES sono importanti ai fini della manutenzione, dell’assemblaggio di satelliti, dello studio delle manovre di attracco (docking) e del volo di formazione. I ricercatori usano SFERE per testare le manovre per il veicolo spaziale che svolgono rendezvous e docking autonomo. Volano all’interno della cabina della stazione in modo autonomo, ma sotto la supervisione di un astronauta. Ogni sfera è indipendente e attrezzata con dispositivi di propulsione, di calcolo e di navigazione.

Le Spheres in orbita!
Le Spheres in orbita!

Al suddetto campionato nella fase nazionale hanno partecipato con presentazione di candidatura le scuole secondarie di secondo grado, che hanno previsto nei programmi curricolari gli elementi necessari per la programmazione corretta di un satellite del tipo degli SPHERES (linguaggio C).
Nella serata di sabato 7 Novembre 2015 il team JUGGLER dell’I. I. S. “G. B. Vaccarini” di Catania ha preso parte, in videoconferenza internazionale, coordinata dal MIT, all’evento in cui 84 squadre di diversi continenti (Stati Uniti, Messico, Europa, Russia e Australia, etc.) hanno formato 28 reciproche alleanze. Le due squadre alleate al team catanese JUGGLER sono state: i “The Fermi Floating Team” del Liceo “E. Fermi” di Padova e i “Tachyons” della “Saratoga High school” California, con i quali vi è stata la massima collaborazione. L’alleanza italo-americana è entrata in finale, acquisendo così il diritto a partecipare alla fase conclusiva del campionato. Il giorno della finale è arrivata la vittoria.
L’occasione è gradita per ringraziare i miei alunni vincitori, i docenti che hanno collaborato perché tale esperienza si realizzasse e porgere cordiali saluti a coloro che vorranno condividere l’emozione della nostra gioia.

 

Catania, lì 27/01/2016

La Dirigente Scolastica

Prof.ssa Salvina Gemmellaro

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Share