Seminario di formazione-docenti “Sguardi diversi per educare alla parità”

 

6

12 Marzo 2019  -Seminario di formazione-docenti “Sguardi diversi per educare alla parità”. L’IIS ”Vaccarini” con Fnism-Catania e Toponomastica femminile, continua il suo percorso di promozione della cultura della differenza e della parità.  Contro ogni forma violenza e contro la violenza sulle donne, occorrono parole nuove e prospettive diverse nell’approccio   ai saperi della tradizione,   è necessario dare evidenza alla  disparità e alla discriminazione di genere che in ogni tempo ha attraversato la cultura patriarcale e che persiste, anche   sui nostri  libri di scuola. Vogliamo dare  evidenza alle conquiste di democrazia pari perché non si perdano in tempi di magra di cultura e civiltà.   Quest’anno   al centro del nostro percorso  il  contributo ed il ruolo delle donne,  nelle  scienze  e nel diritto,  campi di tradizione maschile,  la presenza delle donne nel racconto cinematografico tra stereotipi  e nuovi ruoli, la riflessione su natura e cultura nella rappresentazione   del corpo femminile. Un itinerario di genere in città ci ha condotte  alla scoperta dei segni del contributo femminile alla storia ma che la storia ha rimosso o annebbiato.  L’appuntamento  è al prossimo anno con un seminario  spalmato su  un anno di scuola, che metterà insieme studenti e docenti, sperimentazione didattica  e voci di esperte ed esperti provenienti da ogni parte d’Italia. Con un obiettivo alto e complesso: mettere a sistema buone pratiche e nuova consapevolezza per la parità.

 I lavori (vedi la locandina) sono stati curati e coordinati dalla professoressa Pina Arena, docente del “Vaccarini” e Presidente di Fnism-Catania.

 Hanno collaborato le docenti della Fnism-Catania, Caterina Chiofalo, Francesca Trapani, Carmen Cusimano, Marilena Adamo, Santina Giuffrida.

Il comunicato stampa di presentazione del corso in oggetto è stato pubblicato dalle seguenti testate giornalistiche online

catania.livesicilia.it

ienesiciliane.it

hashtagsicilia.it

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi
Share